Fantastico Poltrone Gianfranco Frattini, Poltrone, Modernariato

Fantastico Poltrone Gianfranco Frattini, Poltrone, Modernariato
Poltrone Design Modernariato - Fantastico Poltrone Gianfranco Frattini, Poltrone, Modernariato - Aladefe 2011

Fantastico Poltrone Gianfranco Frattini, Poltrone, Modernariato - Lotto 353 carlo scarpa vaso bulgiforme in pasta di vetro blu con tre decorazioni a palmetta in pasta di vetro viola, completato con foglia d'argento applicata al pavimento esterno. Manifattura mvm cappellin & c. Murano, 1929. Valutazione: € 10.000 - € 15.000. Una grande serie di vetri di murano sarà composta da alcuni capolavori. Il noto connubio in ferro e vetro di umberto bellotto, il maestro veneziano del ferro, realizzato utilizzando la vetreria artistica barovier ed esposto alla biennale di arti ornamentali di monza nel 1923, si distingue per la sua preziosità e rarità. Realizzato con l'aiuto della vetreria mvm cappellin, offre decorazioni di palmette non comuni eseguite su vitreo blu. Alcuni bicchieri della serie corrosi e pulegosi e due vasi alba e laguna via tomaso buzzi esemplificano la produzione venini degli anni '20 e '30, esempi di vittorio zecchin e napoleone martinuzzi e due grandi vasi di murrine con l'aiuto della vetreria di artisti barovier. Fase.

Pietro lingeri, architetto delle origini sodali di como per mezzo di giuseppe terragni e uno dei fondatori del miar (movimento di razionalismo italiano), promuoverà gli arredi per il condominio r, dal 1947. Attraverso edoardo gellner, l'architetto incaricato di enrico mattei del layout e della produzione dell'agip social village di corte di cadore (1954-1963), una mensola pieghevole degli anni '50 verrà fornita sul mercato, sedie del bar pasticceria l. Un. Genzianella a cortina d'ampezzo (1947-48). Degna di nota è anche una collezione di vetrate realizzate dai cartoni degli artisti tomaso buzzi, salvatore saponaro, libero andreotti ed ezio giovannozzi, di cui 3 sono state realizzate per mezzo di pietro chiesa a milano: in particolare, la finestra le nuvole è entrata a far parte un grande pannello scoperto alla biennale di venezia del 1926 e alla biennale di monza del 1927.

La successiva vendita pubblica primaverile del dipartimento di arti decorative del '900 e del design (19 e 20 giugno) delinea un catalogo che, in linea con la sottocultura, si caratterizza per la presenza di autori storici apprezzati e apprezzati dal mercato, a cui si collocano gli arredi e le opere con l'aiuto del lato. Inedito, documentato sull'idea di origini, patrimonio archivistico e bibliografico. All'interno del catalogo inoltre alcuni fantasiosi mobili degli anni '20 di piero portaluppiche, allora direttore artistico della società ceramica italiana di laveno, costruirono strutture e arredi sulla sponda lombarda del lago maggiore. La moda barocca è combinata con la sensibilità ironica dell'architetto, in attesa di alcuni tipi di déco internazionale.

Potrebbe Piacerti Anche...

Digita Nel Campo Sottostante E Premi Invio / Ritorna per Cercare