Stupefacente Scrivania, Interpretazione, Sogni, Romoletto Blog

Stupefacente Scrivania, Interpretazione, Sogni, Romoletto Blog
Poltrona Rossa Nei Sogni - Stupefacente Scrivania, Interpretazione, Sogni, Romoletto Blog - Aladefe 2011

Stupefacente Poltrona Rossa, Sogni - Amisano anna razzi armando torno arte aurora marsotto balletto bejart bolle brescia carla fracci casta corriere della sera crisi della vita danza editoria einaudi immagini genova gerardo mastrullo giselle giuseppe verdi autorità il sole 24 ore lago dei cigni libri londra mario monti milano esposizioni traccia nicoletta manni parigi pittura qui libri riccardo muti roberto bolle roland petit roma rudolf nureyev tasse theatre teatro alla scala teatro alla scala di milano teatro strehler. Prima o poi baker ha collaborato con mulligan e insieme hanno creato un quartetto in cui, per la prima volta, mancava l'accompagnamento per pianoforte. La band si distinse usando il duetto tra il sassofono baritono di mulligan e la tromba di baker che giocava con tecniche di contrappunto. Dopo il declino di mulligan che finì in prigione per uso di droghe, baker fondò la sua personale jazz band, nella quale, similmente a suonare la tromba, ricoprì anche il ruolo di cantante. Iniziò un tour in europa e in particolare in inghilterra, francia e italia, dove nel 1962 registrò un famoso album a roma "chet is again!". Dopo la drammatica morte del pianista della sua organizzazione che soffriva di dipendenza dall'eroina, anche chet iniziò a prendere droghe pesanti, con effetti disastrosi non più efficaci sulla sua salute, ma anche sulla sua cartella criminale. ? finito in prigione diverse volte, dopo essere stato bloccato usando la polizia o anche come drogato o nello stesso momento in cui aveva a che fare. Trascorse più di un anno in italia nel carcere di lucca e subì le successive espulsioni dalla germania occidentale e dall'inghilterra, fino a quando decise di tornare negli stati uniti. Nel 1966 baker subì un episodio sgradevole: si trasformò in preoccupato in una rissa con uno spacciatore a causa di problemi di pagamento per una fornitura di medicine. I denti anteriori sono stati gravemente danneggiati con l'aiuto delle percosse, a una tale quantità che ha dovuto estrarli perché non poteva più suonare a causa del dolore che gli causavano. A causa di questo incidente non poteva sembrare come prima, si era trasformato in non preferito usando qualcuno e quindi decise di non toccare più la tromba per un po 'di tempo. Dopo un po ', dizzy gillespie lo identificò in un commesso della stazione di servizio, un lavoro che suo padre gli aveva consigliato di fare, perché baker ora non aveva un soldo e non poteva avere successo all'interno della musica internazionale. Dizzy lo aiutò a rimettersi in sesto, facendogli scoprire i soldi per ripristinare la sua bocca. Baker riprese a studiare la tromba con una tecnica distinta per cercare di far uscire il suono dal passato, ma diventò straordinariamente difficile da suonare con la protesi e il suo stile dovette adattarsi a questo tecnico alternativo. Negli anni '70, baker è tornato a giocare, iniziando la sua professione a new york. L'ultimo decennio della sua vita trascorse quasi tutto in europa, registrando per piccole case discografiche, senza raggiungere un vasto pubblico di riferimento, ma con un ottimo successo vitale. Tornò spesso in olanda, dove le leggi sulle droghe gli permisero di soddisfare la sua dipendenza, che, dopo il colpo fatale subito, aveva di nuovo raggiunto i livelli standard. Chet baker, la leggenda del jazz, finì le sue giornate su un marciapiede ad amsterdam, che cadde dalla finestra della sua stanza d'albergo. All'interno del display la scena della perdita della vita non è rappresentata, tuttavia il momento prima del balzo, in cui il musicista riflette su quel mezzo della sua vita. Una chiacchierata baker dell'aldilà, completa di obiettivi, solide convinzioni in controtendenza come quella che suona il jazz è suonare quello che sei, non più contare su un punteggio prescritto che non senti il ​​tuo. La sua testardaggine lo portò al conflitto indipendentemente dalle persone ben conosciute e dalla sua libertà interna di proiettare la vita e di essere continuamente sul punto di cadere nell'abisso, comunque con il coraggio di resistere. Questo chet del passato dialogava con i personaggi del prevalente che toccavano o toccavano i suoi stili di vita intensivi e, seduto sulla poltrona rosa, discendevano in contesti socioculturali unici, epoche e visioni dell'arena. Il tutto avvolto dalle brillanti e severe note della tromba di paolo fresu; dalla melodia ritmica e vivace del pianista e dal suono denso e particolare del contrabbasso che ha salvato il ritmo, in assenza della batteria. I diversi stati d'animo che si alternavano sulla scena sono stati decisi utilizzando il cauto desiderio del repertorio, ad esempio le ballate, i brani lenti o l'uso della tromba singola con un riverbero esteso, sono stati utilizzati in momenti più riflessivi. Non è più cambiata la batteria, tuttavia sono state registrate tracce che sono iniziate all'interno del patrimonio come accompagnamento per alcune tracce, ma non più fondamentali per la buona esecuzione del ritmo. Uno spettacolo totalmente speciale ed emozionante che ha permesso allo spettatore di immergersi assolutamente nei momenti salienti della vita stravagante dell'artista, conoscendolo nei suoi diversi aspetti, dalla cerchia di esistenza di parenti al lavoro, dalle sue amicizie a numerosi viaggi, con la canzone della storia integrale di tre musicisti di prim'ordine che hanno reso perfettamente gli umori di chet, un sognatore malinconico e malinconico.

Potrebbe Piacerti Anche...

Digita Nel Campo Sottostante E Premi Invio / Ritorna per Cercare